Bollettino del 29 luglio 1917

La notte sul 28 pattuglie nemiche, scese dal Passo Le Selle, in Val San Pellegrino, iniziarono con l’appoggio delle artiglierie, un’azione di fucileria e di mitragliatrici contro le nostre linee. Vennero disperse dal rapido ed efficace intervento delle nostre mitragliatrici.

Nella giornata d’ieri l’attività delle artiglierie fu più notevole fra Val Canonica e Val d’Astico nelle Alpi di Fiamme e di Fassa, al Rombon e al Dosso Faiti.

Ieri sera una nostra poderosa squadriglia da bombardamento, scortata da apparecchi da caccia, rinnovò l’incursione sugli impianti militari di Idria e sui baraccamenti di Val Chiapovano, lanciandovi, ad onta del nutrito fuoco antiaereo, circa 4 tonnellate di bombe ad alto esplosivo. Al ritorno gli apparecchi di scorta contrattaccarono arditamente i numerosi velivoli nemici levatisi in caccia, e dopo averne abbattuti due, raggiunsero incolumi la squadriglia già felicemente atterrata al proprio campo.

Firmato: CADORNA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com