Bollettino del 28 dicembre 1917

In Val Giudicarie ed in Val Lagarina, pattuglie nemiche vennero fugate.
Sull’altipiano di Asiago, a ovest di Canove di Sotto, una nostra compagnia, con fortunato colpo di mano, accerchiò il presidio di un posto avanzato nemico catturando l’ufficiale 25 soldati e molto materiale bellico. Fra Cesuna e Canove, nostre ardite pattuglie irruppero nella linea nemica riportandone prigionieri l’ufficiale e 36 soldati.

Contro numerose forze avversarie, segnalate in Val di Ronchi, venne inviata una poderosa squadriglia di Caproni che le bombardò con risultati assai soddisfacenti.

Dal brenta litorale si ebbero solo azioni di artiglieria: nostri medi calibri colpirono un campo di aviazione nei pressi di Conegliano obbligando l’avversario comperarlo, mentre sull’ansa Zenson si abbatteva un nutrito fuoco di bombardi, distrussero quattro passerelle gettate dal nemico a tergo dell’ansa stessa.

Firmato: DIAZ

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com