Bollettino del 25 marzo 1918

Le opposte artiglierie si sono ieri controbattute vivacemente su vari tratti dal Garda al Brenta ed hanno svolto moderata azione sul rimanente della fronte.
Pattuglie nemiche vennero respinte in Val di Concei: nuclei di lavoratori e di armati furono dispersi presso il Laghetto di Roncone (Val Giudicarie), tra Canove ed Asiago, in fondo Val Brenta e a nord di Cortellazzo.
Presso Noventa di Piave una batteria nemica fu gravemente danneggiata dal nostro tiro.
L’attività aerea fu notevole sulle prime linee; quattro velivoli, due dei quali per opera di aviatori britannici, vennero abbattuti sulla sinistra del Piave; altri due, colpiti rispettivamente da aviatori francesi e nostri, erano precipitati il giorno precedente su Tonezza e sul Montello.
Nostri apparecchi hanno bombardato impianti ferroviari nemici in Val Lagarina e campi di aviazione sulla Livenza.

Firmato: DIAZ

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com