Bollettino del 25 febbraio 1918

Vivace scambio di cannonate fra Adige e Astico e moderate azioni di fuoco sul rimanente dea fronte.
A Lagoscuro (Val Canonica) e a Rivalta (Brenta) pattuglie nemiche vennero respinte.
Sulla sinistra del Piave una pattuglia britannica attaccò un reparto nemico infliggendogli sensibili perdite.
A Capo Sile nuclei avversari che su larga fronte tentavano attaccare la nostra testa di ponte, furono prontamente dispersi.
Durante la giornata l’attività aerea fu intensa sulle prime linee: quattro velivoli nemici, due abbattuti da aviatori francesi e due da aviatori nostri, caddero nella regione dl Monte Grappa; un quinto, colpito da nostri tiri contraerei, precipitò in fiamme presso Borso (Bassano).
Nella notte nostre squadriglie hanno battuto le stazioni ferroviarie di MAtarello (sud di Trento) e di Primolano, mentre vi si svolgeva intenso traffico; e bombardato i campi di aviazione nemici presso La Comina e San Fior di Sopra.
Velivoli avversari sono tornati sugli abitati di Castelfranco, Mestre e Venezia, lanciandovi bombe.

Firmato: DIAZ

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com