Bollettino del 21 dicembre 1917

Ieri, in regione di Monte Asolone, ad oriente del Brenta, le nostre truppe, con tenace avanzata, accanitamente contrastata dall’avversario, riuscirono a togliere al nemico buona parte dei vantaggi da lui conseguiti nella giornata del 18.
Sulle posizioni strappategli l’avversario concentrò vivissimo fuoco, senza riuscire a scuotere la nostra resistenza. Un forte tentativo di contrattacco, pronunciatosi da Monte Pertica, venne immediatamente arrestato.
Sull’Altipiano di Asiago, l’attività di nostri nuclei esploranti ci fruttò alcuni prigionieri.
In Val Canonica, ad oriente dell’astici e sulla fronte Monte Tomba – Montello, i tiri di molestia delle opposte artiglierie furono più vivaci e frequenti.
Truppe nemiche vennero bombardate nella giornata con visibile efficacia da nostri Caproni sul Piave Vecchio e, la notte scorsa, da aeronavi ad est di Valdobbiadene.

Firmato: DIAZ

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com