Bollettino del 20 maggio 1917

Nella zona a nord di Gorizia le nostre truppe ampliarono ieri l’occupazione dell’altura di Quota 652 (Codice).

Dense masse nemiche, precedute da intense raffiche di fuochi di sbarramento, tentarono con ostinati contrattacchi di arrestare i nostri progressi; ma furono ogni volta ributtati con perdite sanguinose. A sera, ritratte le proprie fanterie, l’avversario concentrò sulle posizioni da esso perdute il fuoco di numerose batterie; ma il terreno conquistato fu dai nostri saldamente tenuto. C’impadronimmo di due cannoni da 105, due mortai da 149, lanciabombe, mitragliatrici e di gran numero di armi e munizioni.

Nella zona ad oriente di Gorizia ardite irruzioni dei nostri reparti nelle linee nemiche riportarono prigionieri. Complessivamente nella giornata prendemmo al nemico 272 prigionieri, dei quali quattro ufficiali.

Sulla rimanente fronte Giulia perdura intenso il duello delle artiglierie; la nostra bersagliò movimenti di truppe nemiche nella vallata dell’Idria.

Sulla fronte Tridentina, con violenta azione di fuoco e piccole avanzate di fanteria, l’avversario tentò attacchi a scopo difensivo, ovunque falliti. In combattimento aereo su Feltre fu abbattuto un velivolo nemico.

Firmato: CADORNA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com