Bollettino del 20 febbraio 1918

Lungo tutta la fronte consuete azioni di molestia delle opposte artiglierie, più vivaci ad occidente della Val Frenzela e nella zona litoranea.
A Mezzolago (Giudicarie) e ad oriente di Monte Pertica, nuclei nemici che tentavano raggiungere le nostre posizioni, vennero respinti  e qualche prigioniero restò nelle nostre mani.
Sulle prime linee l’attività aerea fu notevole da ambo le parti durante l’intera giornata.
Una squadriglia di apparecchi britannici, all’alba raggiunse di sorpresa l’aerodromo nemico di Casarsa e lo bombardò con ottimi effetti: un hangar per dirigibili venne distrutto; una squadriglia nostra, a sera inoltrata, si portò sul campo d’aviazione di La Comina e vi rovesciò due tonnellate di bombe provocando vasti incendi. Tutti i velivoli nostri e alleati rientrarono incolumi.
La sera de 18 un velivolo nemico di ritorno dal bombardamento delle località abitate venne abbattuto presso Villorba (nord di Treviso).

Firmato: DIAZ

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com