Bollettino del 20 agosto 1917

La battaglia è in corso sulla fronte Giulia.§Nella mattina di ieri, dopo 24 ore di fuoco, durante le quali le nostre artiglierie hanno battuto le posizioni nemiche con intensità sempre crescente, le masse delle nostre fanterie hanno iniziato l’avanzata verso i loro obiettivi.

A nord di Anhovo, superate brillantemente difficoltà tecniche e resistenze del nemico, numerosi ponti sono stati gettati sull’Isonzo e le nostre truppe sono passate sulla sinistra de fiume.

Da Plava al mare i nostri superata di balzo la prima linea nemica, ridotta informe groviglio di materiali da difesa, hanno serrato dappresso l’avversario, che, fortemente aggrappato al terreno, e sostenuto da numerose mitragliatrici ed artiglieria, oppone disperata resistenza.

Duecent’otto nostri velivoli hanno instancabilmente concorso alla battaglia, attaccando ripetutamente con bombe e mitragliatrici le truppe ammassate sul rovescio delle posizioni avversarie.

L’azione delle nostre fanterie continua vigorosa, mentre l’artiglieria prosegue implacabile nella sua fulminea opera di distruzione.

Le perdite dell’avversario sono gravissime: il bottino si annuncia fino da ora considerevole: alcuni cannoni e molte mitragliatrici Ono cadute in nostre mani: fino a iersera oltre 7500 uomini di truppa ed un centinaio di ufficiali erano passati dalle stazioni di concentramento dei prigionieri.

Firmato: CADORNA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com