Bollettino del 19 luglio 1917

Nella notte sul 18 riparti nemici, sostenuti da vivo fuoco di artiglieria e di mitragliatrici, attaccarono le nostre posizioni ad ovest di Versic. L’attacco fu nettamente arrestato dalle vigili nostre fanterie e dal pronto intervento delle artiglierie. Durante la giornata d’ieri in regione Monte Melino (Val Giudicarie) respingemmo mediante contrattacco, nuclei nemici che, dopo preparazione d’artiglieria, avevano attaccato una nostra piccola guardia.

Le azioni di artiglieria furono più intense sulla fronte Giulia. La nostra distrusse un ridonino nemico sul Potoco (Monte Nero) disperse truppe avvistate sul rovescio di Monte Santo e disturbò movimenti di nuclei avversari e colonne di rifornimenti sulle retrovie dell’Altipiano di Bainsizza e del Carso; l’avversario battè le nostre posizioni ad est di Santa Caterina, sul Dosso Faiti, e al sud-ovest di Versic-

L’attività aerea fu intensa lungo tutta la fronte. Un velivolo nemico abbattuto in combattimento precipitò nei pressi di Asiago.

Firmato: CADORNA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com