Bollettino del 19 dicembre 1917

Ieri, con sanguinosa azione, durata l’intera giornata, il nemico, alternando violenti bombardamenti a forti attacchi di fanterie tentò dal Col Caprile a Monte Pertica di spingere al sud la propria linea.
Solo alla sua sinistra, dove per altro un centinaio di prigionieri rimasero nelle nostre mani, l’avversario riuscì a conseguire e a conservare vantaggi nella zona del Monte Asolone.
Sulla destra invece, specie per la mirabile resistenza spiegata ad ovest  di Osteria del Lepre dal 240° fanteria (Brigata Pesaro) gli sforzi nemici riuscirono vani.
Tentativi di passaggio dal Vecchio Piave, fra Cà Cradenigo e Cava Zuccherino, diedero luogo a vivaci combattimenti locali, ai quali concorsero largamente mezzi natanti della Regia Marina.
Vennero fatti alcuni prigionieri.

Firmato: DIAZ

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com