Bollettino del 18 giugno 1918

In Vallarsa, nelle prime ore di ieri, il nemico tentò invano per la terza volta di riprendere il Monte Corno, conquistato dai nostri la notte sul 10 corrente.
Due colonne nemiche di mitragliatrici e di lanciafiamme, fortemente appoggiate dall’artiglieria, attaccarono le nostre posizioni: prese sotto un efficace tiro di sbarramento e battute da raffiche di mitragliatrici e fucileria, dovettero ripiegare in disordine; restarono nelle nostre mani due lanciafiamme. Il Monte Corno è in nostro saldo possesso.
Altri nuclei nemici furono ricacciati con perdite a Dosso Alto (pendici nord dell’Altissimo), in Val Frenzela, nella zona dell’Asolone, alla testata dell’Ornic e presso Fener.
Tre velivoli avversari vennero abbattuti sul Medio Piave, due entro le nostre linee, il terzo sulle Grave di Papadopoli.

Firmato: DIAZ

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com