Bollettino del 18 aprile 1918

In Vallarsa, superate fasce di reticolati e provocato il brillamento di un campo di mine, un nostro riparto attaccò il posto avanzato avversario di Val Morbia, lo mise in fuga, ne danneggiò i ripari e rientrò poscia con qualche prigioniero.
Pattuglie nemiche furono costrette a battere in ritirata n regione Corno dei Tre Signori mediante efficaci azioni di fuoco, e sull’altipiano di Asiago in seguito a scontro con un nucleo francese.
Maggiore attività delle opposte artiglierie in Val Lagarina, nel settore Posina-Astico, sull’Altipiano di Asiago e tra fossalta e Capo Sile.
Cinque apparecchi nemici vennero abbattuti durante la giornata di ieri da nostri aviatori in territorio di Valdobbiadene e di Conegliano; undici precipitarono ed un dodicesimo fu costretto ad atterrare sotto i colpi dei cacciatori britannici in crociera dall’altipiano di Asiago a Motta di Livenza; un idrovolante, colpito dall’artiglieria, cadde in mare presso Ponte di Piave Vecchio: i tre aviatori cle lo montavano furono catturati.

Firmato: DIAZ

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com