Bollettino del 17 ottobre 1917

A sud di mori, nostre piccole guardie, attaccate da pattuglie nemiche, respinsero e fecero alcuni prigionieri.
Dalla regione del Monte Nero al mare, l’artiglieria avversaria fu ieri molto attiva, ma venne ovunque efficacemente controbattuta dalle nostre batterie.
Sulle pendici settentrionali del San Gabriele nuclei nemici furono fugati a fucilate. A nord di Selo nostre ardite pattuglie irruppero nelle trincee avversarie sconvolgendole.
Durante la giornata numerosi aeroplani nemici tentarono il volo sul territorio nazionale. Ostacolati dal tiro delle artiglierie contraeree e respinti dalle nostre squadriglie da caccia dovettero ripiegare entro le proprie linee. Solo qualche apparecchio riuscì a raggiungere Stazione per la Carnia lanciandovi bombe che non produssero vittime né danni.

Firmato: CADORNA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com