Bollettino del 14 marzo 1918

A nord-ovest di Bezzecca forti nuclei nemici scendevano in Val di Concei per tentarvi la catturaa di una nostra pattuglia esplorante, furono messi in fuga disordinata.
Sul Pasubio una poderosa mina fatta brillare dall’avversario, non produsse alcun danno alle nostre posizioni.
Presso Laghi (Posina) una nostra pattiglia provocò vivo allarme nella linea avversaria e rientrò poscia incolume al proprio reparto.
Alla testata del torrente Ornic altre pattuglie tesero agguati a due pattiglie nemiche riuscendo a catturarle.
Nostre pattuglie dispersero nuclei armati e di lavoratori nella conca di Asiago, e colonne in marcia sulle rotabili in fondo a Val Brenta e Val di Seren.
L’artiglieria nemica fu alquanto attiva nell’alta Valtellina e sul medio Piave. In Bassano colpì un ospedaletto che portava ben visibili i segni della neutralità

Firmato: DIAZ

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com