Bollettino del 13 gennaio 1916

Lungo tutta la fronte continua l’attività delle artiglierie coadiuvata e completata dalle azioni di velivoli. Batterie nemiche lanciarono proiettili, specialmente incendiari, sulle nostre posizioni dell’Altissimo (tra Garda e Adige), di Valle Terragnolo (Adige) e su Borgo (Val Sugana): nessun danno. Le nostre artiglierie distrussero ricoveri nemici ad est del passo di Oregone (torrente Cordevole di Visdende-Piave) e bersagliarono colonne di truppe e di salmerie in marcia in Valle Köder (Gail) e Seebah (Gailitz) disperdendole. Nel settore del Javorceck (Conca di Plezzo) e di San Martino del Carso respingemmo piccoli attacchi dell’avversario. Sul Basso Isonzo le artiglierie nemiche tirarono su Gradisca, Sagrado e Monfalcone. Di rimando le nostre bombardarono Devetaki e Oppachiasella.

Nella giornata dell’11 un nostro velivolo lanciò bombe su baraccamenti nemici tra Tione e Breguzzo, in Giudicaria, ritornando incolume nelle linee.

Firmato: Cadorna

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

'Bollettino del 13 gennaio 1916' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com