Bollettino del 12 febbraio 1918

Sulle pendici meridionali del Sasso Rosso, ad oriente della Val Frenzela, la maggiore attività combattiva locale, è continuata anche nella mattinata di ieri. L’avversario fece avanzare notevoli masse di fanteria che però, tempestivamente individuate e decimate dalla nostra artiglieria, non poterono sviluppare alcuna azione importante. Nel pomeriggio la situazione ridiventò normale.
Sulla restante fronte si ebbero scontri di pattuglie con fuga di quelle avversarie in Vallarsa e nella Valle dell’Ornic.
A Zenson un nucleo nemico che tentava approdare sulla destra del Piave, venne ricacciato nell’acqua a fucilate. Ad est di Cortellazzo arditi marinai in esplorazione tolsero al nemico armi e munizioni.
Le artiglierie svolsero lotta più intensa sull’altipiano di Asiago e lungo la zona litoranea.
Un velivolo nemico venne abbattuto da un nostro aviatore nel cielo di Bertiaga.

Firmato: DIAZ

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com