Bollettino del 10 settembre 1917

Sulla fronte Tridentina, riparti esploranti avversari vennero fugati da nostri posti avanzati di Cima di Cady (Tonale) di regione Zurez (oriente di Garda) e del Col di Lana.
In Carnia un attacco delle nostre posizioni di monte Granuda e di Cuel Tarend fallì completamente, per quanto eseguito in forze ed accuratamente preparato dal fuoco di artiglieria.
A nord-est di Gorizia la nostra pressione continua. Tre tentativi avversari di alleggerirla in contrattacchi di fanteria vennero immediatamente repressi.
Nella zona meridionale dell’altopiano Carsico l’attività delle artiglierie fu ieri molto grande.
Nostri aerei hanno battuto batterie avversarie della selva di Ternovo. Il nemico oppose vivissimo fuoco antiaereo.
La raccolta dell’inente bottino fatto dall’inizio della battaglia non è ancora compiuta.
Finora vennero annoverati: 145 cannoni, di cui 80 di medoi e grosso calibro, 94 bombarde e lanciabombe, 322 mitragliatrici, 11.196 fucili. Molte di queste armi sono già in azione contro l’avversario.

Firmato: CADORNA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com