Bollettino del 1 ottobre 1917

Sull’Altipiano di Bainsizza il nemico rinnovò i tentativi di attacco delle posizioni da noi recentemente conquistate. Venne sempre respinto.
Il numero i prigionieri fatte nelle azioni offensive di questi ultini 3 giorni, ascende a 2018 di cui 63 ufficiali.
Sul Carso viva attività di pattuglie.
In Val di Fumo (Adamello) nuclei nemici che tentavano raggiungere le nostre posizioni tra il Passo della Porta e il Paso Forcel Rosso, furono fugati e inseguiti da nostre pattuglie, che si impadronirono di abbondanti munizioni ed esplosivi.
Nella notte sul 30 velivoli nemici lanciarono bombe sugli abitati di Palmanova, Aquileja e Monfalcone ed altre località del Basso Isonzo, senza recare danni. Una donna rimase uccisa.

Firmato: CADORNA

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com