bombarda italiana

Artiglieria italiana in azione sull’Isonzo

Sul fronte dell’Isonzo, nel settore della 2a Armata, l’artiglieria italiana ha dato inizio ad un violento tiro sulle linee nemiche. Poco dopo anche nel settore della 3a Armata la nostra artiglieria ha preso a colpire le posizioni avversarie su tutto il fronte fino al mare. Il tiro preparatorio, interrotto a brevi intervalli per la verifica dei risultati conseguiti, continua ininterrotto, preludio all’offensiva delle fanterie che avrà seguito una volta raggiunti gli obiettivi previsti in termini di distruzione delle difese nemiche e neutralizzazione di vie di comunicazione e centri di comando.

Le due armate schierate sull’Isonzo possono contare per la battaglia appena cominciata sulle seguenti forze :

2a Armata: 275 battaglioni di fanteria, 16 di bersaglieri e 11 di alpini, per un totale di 302 battaglioni; l’artiglieria schiera 978 pezzi di piccolo calibro, 1.335 di medio, 77 di grosso calibro e 1.200 bombarde, ossia un totale di 3.590 bocche da fuoco. Nel complesso l’armata dispone di 20.115 ufficiali e 645.600 militari di truppa.

3a Armata: 241 battaglioni di fanteria, con un parco artiglieria che conta 585 pezzi di piccolo calibro, 721 di medio, 58 di grosso calibro e 685 bombarde, ossia un totale di 2.049 pezzi. L’armata schiera in totale 15.845 ufficiali e 482.300 militari di truppa.

La riserva strategica conta 66 battaglioni di fanteria.

Per la battaglia Cadorna ha quindi schierato complessivamente 1.163.860 uomini e 5.639 pezzi di artiglieria, il tutto su un teatro di operazioni che si estende per circa 70 chilometri. La concentrazioni di una così notevole forza in termini di uomini e di cannoni rende lo schieramento italiano decisamente imponente, ma comporta anche un estremo sforzo logistico in un terreno particolarmente difficile data la sua naturale conformazione.

Riguardo la forze di cui dispone l’esercito austro-ungarico, i numeri sono i seguenti: 250 battaglioni di fanteria, ossia 261.000 uomini; per l’artiglieria, 1.115 pezzi di piccolo calibro, 335 di medio e 55 di grosso calibro, per un totale di 1.505 pezzi.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com