Accanita resistenza francese a Mont-Didier

Comunicato francese del 29 sera:
Sul fronte dell’Oise la battaglia durante la giornata è sensibilmente rallentata. L’attività offensiva dei tedeschi non si è manifestata che con attacchi locali in qualche punto del nostro fronte, il quale si consolida ogni giorno di più con l’incessante arrivo dei nostri rinforzi. Tutti questi attacchi sono stati respinti dalle nostre truppe non senza perdite per l’assalitore. Colpi di mano sulle nostre posizioni nella regione di Badonvilliers nella foresta di Paroy ed a sud di Seppois sono completamente falliti. Nulla da segnalare sul resto del fronte.

Comunicato del 30 marzo, ore 15.00:
La battaglia è ripresa con nuova violenza durante la notte. Essa è in corso su un frotne di 40 km, da Moreuil fino a Lassigny. Le truppe francesi, appoggiate dalle riserve francesi che continuano ad arrivare, oppongono un’accanita resistenza ai potenti attacchi tedeschi. Nella giornata dal 27 al 28 marzo l’aviazione francese, malgrado il cattivo tempo, ha continuato gli attacchi contro i tedeschi. Gli aeroplani francesi, volando a frotte, mitragliarono e attaccarono con bombe le truppe tedesche sulla linea di battaglia e la zona di concentramento. Parecchi apparecchi francesi uscirono fino a tre volte nellamedesima giornata.
17.000 kg di proiettili furono lanciati nella regione di Noyon-Guiscard-Ham. Le squadriglie francesi da caccia, in numerosi combattimenti, abbatterono tredici aeroplani tedeschi, sette dei quali furono interamente distrutti e sei gravemente danneggiati. Inoltre due palloni frenati furono incendiati.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

www.notiziedalfornte.it: La prima guerra mandiale dopo 100 anni powered by P2Easy.com